Articoli archiviati in 'Argomenti vari' ↓

Ti lascio perchè ti amo troppo

Caro Tiscali Blog,

ormai nel già lontano settembre 2008 aprivo con te il mio umile blog, uno scherzo, un passatempo che invece è diventato per me sempre più utile e importante. Grazie per avermi aiutata ad esprimere le mie idee e a conoscere tante persone interessanti, ma oggi ti devo lasciare.

No, non insistere, lo faccio per il tuo bene. Non ti merito, è meglio che tu sia libero di trovare la blogger giusta, lo faccio per te prima che per me stessa. Sì, lo ammetto, ultimamente ci sono state un po’ troppe interruzioni del servizio e manutenzioni non programmate che hanno minato le basi di fiducia reciproca del nostro rapporto… Insomma, caro Tiscali Blog: MI SONO ROTTA!

Oh, là! E da oggi mi trovate QUI.

La prima volta

Ieri per il treenne Fagio è stata la giornata delle prime volte.
La prima volta che è andato in bici senza rotelle e ha voluto chiamarmi dalla macchina, prima ancora di rientrare a casa, per annunciarmelo trionfante.

La prima volta che è andato a teatro, ad assistere ad uno spettacolo con attori e burattini.

Il tragitto in metropolitana, la vista di una sala con tanti bambini eccitati come lui, la ricerca del proprio posto a sedere e l’attesa dell’inizio. E poi ancora lo spettacolo, i colori, i pupazzi, le canzoni. Fagio che apostrofa Pippi urlando nel buio, che non riesce proprio a stare seduto e si contorce tarantolato e sbracato sulla sedia, gli occhi accesi di felicità, il bellissimo visino bianco e rosa, quelle risate di pancia che solo i bambini riescono a fare.

Fagio che si gira e mi dice: “Ancora, torniamoci ancora!”.

Fagio che quando le luci si accendono si vergogna a parlare a Pippi e allora la guarda in silenzio tutto vergognoso e dice a me di chiederle di mostrarci i suoi pupazzi. Fagio in silenzio con gli occhi bassi ma l’espressione gioiosa.

E io lì vicino, che non guardo lo spettacolo ma solo lui, piena di una pienezza che solo il mio bambino mi può dare.

E mi chiedo chi devo ringraziare per tutto questo.