Una sera, al buio


Finalmente siamo nel buio della tua cameretta. Io seduta per terra sul tappeto accanto al tuo lettino, tu raggomitolato a pancia in giù con il sedere pannolinato per aria, abbracciato all’orsetto.

Dico: "Buonanotte amore mio. Adesso fai la nanna".

- …

- …

Penso: "Tra poco lo sentirò respirare più lentamente e poi russare. Allora mi alzerò piano piano e finalmente potrò spaparanzarmi sul divano".

Improvvisamente:

- Mamma!

- Sì?

- Bandiera mia? Volata via? (= è proprio volata via la bandierina che mi avevate preso alla festa delle Forze Armate?)

- Sì, amore, è proprio volata via.

- Zio prende? (= ma lo zio non aveva cercato di recuperarmela nel pomeriggio?)

- Eh, lo zio non l’ha trovata più. Fa niente. Pazienza.

- Mh. Fa niente. Ubè (vabbè).

- …

- …

- Mamma?

- Sì?

- Io prende bandiera. Io grande!

 

Mi si allarga il cuore. Sì, Amore mio, sei ogni giorno più grande e sai parlare sempre meglio. E’ una grande emozione poter aver una conversazione con te e stupirmi ogni giorno del fatto che non sei più solo un bimbo da accudire, ma sei diventato un bambino piccolo, con la sua personalità e i suoi primi tentativi di autonomia.

 

- Sì, amore sei grande. Ma adesso sssh! Facciamo la nanna!



3 commenti ↓

#1   valewanda il 19.11.08 alle 22:54

la lacrimuccia prima di andare a letto ci voleva proprio…. Grazie!

#2   ganja il 20.11.08 alle 15:04

che tenerezza, piccino…&ltbr/>(carino qui da te! e grazie della visita)

#3   alleg67 il 21.11.08 alle 00:03

che amore..!!