Nella penombra dei sentimenti

Nella penombra della camera sei stesa vicino a me. Abbandonata su di un fianco, quasi a pancia in giù, il pollice in bocca e il respiro sempre più calmo ed impercettibile.

Con la mia mano ti accarezzo la schiena, tranquillamente, fino a scaldarti e cullarti verso i sogni.

La testina pelata e tutta calda ha un buon odore, di latte e pulito.

Chiudo gli occhi e mi sembra di averti ancora nel mio grembo, Vita Mia.



1 commento ↓

#1   otto il 24.09.08 alle 14:37

Ieri andando dalla mia ginecologa con la mia bambina di 10 anni ho avuto un tuffo al cuore. Le ho detto che per tante volte avevo fatto quella strada con lei dentro la mia pancia e sempre con ansia. Ma il ritorno era sempre una gioia perchè lei ci diceva che tutto andava bene.

Ora ero con lei (che allora misurava 7 millimetri) e fra qualche anno avrà bisogno pure lei di quella brva ginecologa che tanto mi ha aiutato soprattutto.

Auguri per i tuoi cuccioli!